a-carlos-danaOggigiorno essere invalido civile significa innanzitutto essere una persona con diritti e doveri che spesso si confondono all’ interno di una folta burocrazia. A seconda dei casi ci si trova davanti ad un percorso di vita di difficile inserimento, sia socialmente, nella scuola o nel lavoro, ci si imbatte in innumerevoli insidie quotidiane, alle quali spesso lo stato non è in grado di rispondere. Per tali motivi, la  nostra associazione cerca in ogni modo, grazie ai propri volontari e diversi consulenti tecnici, di fornire ai propri associati e loro famigliari, una forma di “presa in carico” dei propri aderenti, in modo tale da poterli accompagnare personalmente durante la loro vita abbattendo la dove possibile ogni forma di barriera in termini di isolamento e di discriminazione, sia essa fisica e morale. Da oltre 50 anni la nostra Associazione si è resa protagonista nel produrre nuove leggi che hanno contribuito a migliorare le condizioni degli invalidi civili, il nostro auspicio è quello di proseguire nel fornire un’ adeguata assistenza, nonchè restituire la propria dignità umana a numerose persone in difficoltà, poichè far valere i propri diritti, risulta essere il nostro primario dovere”.

L’ ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili) è l’ Ente morale che per legge – decreto del Presidente della Repubblica insieme23/12/78 – ha il fine di rappresentare e tutelare in Italia gli interessi morali ed economici dell’ intera categoria degli invalidi civili. In sede istituzionale l’ A.N.M.I.C. è presente in tutte le Commissioni del lavoro. L’ Associazione ha contribuito all’ approvazione di numerose leggi, che tutt’ oggi favoriscono una vita più decorosa ai disabili e loro familiari ed è presente sul territorio nazionale con un centinaio di sedi provinciali, in una ventina di sedi regionali e oltre 360 sezioni comunali.

Il nostro compito principale è quello di aiutare persone disabili e i loro famigliari a districarsi nei meandri delle disposizioni di legge, al fine di poter dare una risposta concreta ad ogni singola richiesta. Indicare all’individuo che si presenta, la via migliore e soprattutto chiarire quali sono i benefici già ottenuti con il riconoscimento dell’ invalidità, già in possesso e quello che potrebbero chiedere, sempre nel rispetto delle disposizioni di Legge.

Ciò avviene attraverso consulenza Medico Legale, con un Medico della Medicina Legale, che controllando la documentazione sanitaria in possesso dell’ utente, chiarirà quali possono essere i diritti, ottenuti o come fare per ottenerli se ricorrono le ipotesi.

Consulenza Legale affidata ad un Avvocato, il quale con la sua esperienza indicherà la strada migliore da percorrere per pratiche sui ricorsi di invalidità, controversie sul lavoro, separazioni, tutori o amministratori di sostegno, situazioni scomode nei condomini, ecc…, presentando di volta in volta cause sempre a sostegno delle categorie svantaggiate.

unitiAssistenza a 360 gradi da parte dell’ Associazione e dei suoi Consulenti per quanto riguarda ogni momento di vita per far fronte ad ogni possibile problema in termini di:

Sanità, Scuola, Lavoro, Barriere Architettoniche, Merito Sociale, Economia e di Vita Indipendente.